12 Luglio – Come un Gatto in Tangenziale

13 Luglio – La Pazza Gioia
luglio 9, 2018

Balduina attiva durerà quanto un gatto in tangenziale?

Autore

Alberto Pala


I protagonisti: Giovanni (Antonio Albanese), d’estrazione borghese, lavora per un’azienda che si chiama Think Tank, con l’obiettivo di riqualificare le periferie, attraverso bandi europei. È  presentato come colto, prudente e monotono. Monica (Paola Cortellesi) vive a Bastogi, periferia romana, ed è sposata con un uomo detenuto (Claudio Amendola) per omicidio. È presentata come semplice, aggressiva, ma leale e con il valore della legalità. Le sorelle, Pamela e Sue Ellen (esilaranti), cleptomani, con la caratteristica di parlare all’unisono, potrete trovarle la sera della proiezione, solamente al Cinema Balduina, con voi, nella platea.

Il film: I due protagonisti di diversa estrazione sociale mostrano atteggiamenti e comportamenti diametralmente opposti che risultano apparentemente inconciliabili e inavvicinabili. Giovanni e Monica si incontrano fortuitamente per un’incidente stradale, dal quale scaturisce un’aggressione fisica di lei nei confronti di Giovanni, che resta impietrito e basito. I due inizialmente si re-incontrano a causa del flirt che unisce i due figli adolescenti (Agnese e Alessio) e successivamente cominciano a frequentarsi e a conoscersi con l’obiettivo di convincerli ad interrompere il loro rapporto.  Il film si dispiega in una serie di appuntamenti e di incontri presentati in modo ironico e paradossale, organizzati in modo alternato dai due protagonisti, che consentono agli stessi e ai rispettivi figli di vedere, comprendere e avvicinarsi al mondo dell’altro. Questo schema procede parallelamente alla simpatia che si consolida tra i due protagonisti e permette di intravedere come un ponte tra i due mondi sia davvero possibile. Il ritorno a casa del marito di Monica, dal periodo detentivo, causa omicidio, risulta come punto di rottura del flusso comunicativo appena germogliato, ma nella scena finale la speranza di integrazione e di interscambio diviene nuovamente un’opzione possibile.

Perché vedere il film: Riccardo Milani mette in scena un film dal contenuto attualissimo, rappresentando il conflitto sociale e l’incomunicabilità esistente tra centro e periferia, borghesia e proletariato. In questo parallelismo emerge la critica del regista verso entrambe le compagini. Giovanni lavora per favorire il progresso delle periferie, senza averne mai fatto esperienza diretta e senza averle mai conosciute veramente. Monica gli consente di vivere Bastogi in prima persona e di dare autenticità e forza al suo lavoro, lasciandosi alle spalle le dichiarazioni che sembravano vuote e generiche. La famiglia di Monica e la stessa protagonista, all’inizio del film, sono tratteggiate dall’arrendevolezza e dall’ineluttabilità di un futuro che non sembra possa essere modificabile “è tutto un magna, magna”.

Noi come Comitato con il nostro pragmatismo abbiamo cercato di effettuare delle iniziative più o meno incisive, che potessero stimolare una cittadinanza attiva e contrastare l’assenza di speranza o di ineluttabilità relativamente alla visione di un quartiere fiacco, dimenticato, privo di amore e di iniziative, così come veniva considerato dalla maggior parte degli abitanti.
Eppur si muove… partecipare e attivarsi per un obiettivo comune (il nostro quartiere), seppur partendo dal basso e senza copiose risorse, ha permesso a venti amici di credere nella possibilità di realizzare qualcosa di diverso, qualcosa che nessuno si aspettasse, forse neppure noi. Nel film la comunicabilità tra i due mondi è rappresentata dalla storia tra Giovanni e Monica, per cui lo spettatore parteggia. Tale legame è ben rappresentato anche dalla scelta di Monica di uscire dalla propria zona di comfort cominciando a credere che qualcosa possa davvero cambiare nella sua vita: questo le permette di realizzare il suo sogno imprenditoriale.

Il desiderio di lasciare il segno e di vedere Balduina attiva e partecipata è il motore che consente di porci in modo propositivo e di raggiungere i nostri desideri e obiettivi e auspichiamo che ciò divenga anche il vostro.