Un’intera sezione del nostro libro racconta tutte le presenze sceniche che hanno impreziosito la Balduina.

Per noi è motivo di vanto e ci ha spinto a pensare di organizzare un’arena estiva che continuasse la tradizione cinematografica tanto cara al quartiere.

Il nostro Cinema Balduina riprende quanto offerto decenni prima da maestri del cinematografo come Roberto Rossellini, Dino Risi ed Ettore Scola.

Il neorealismo di Roma città aperta è sicuramente il contributo più importante che la settima arte abbia donato alla Balduina. Anna Magnani e Aldo Fabrizi offrono un’interpretazione davvero encomiabile in termini di drammaticità e profondità.

Più leggera ma di livello è l’interpretazione di Vittorio Gassman nei panni del truffatore Gerardo ne Il mattatore, il cui dualismo con il maestro Chinotto (Peppino de Filippo) esalta l’abile direzione di Dino Risi.

A completare il trio dei maestri è Ettore Scola, impegnato a descrivere il Borghetto dei sorci dove un maturo Nino Manfredi rappresenta il Severo Giacinto Mazzitella, capofamiglia di un gruppo di scapestrati e lavativi. Brutti, sporchi e cattivi diventa un cult degli anni Settanta.

Da notare che sia Rossellini sia Scola abbiano scelto come teatro della propria opera l’odierna terrazza di Monte Ciocci, oggi completamente differente in termini di struttura orografica.

Noi del Comitato Balduina invece abbiamo scelto come location del nostro Cinema Balduina lo stesso luogo in cui Nanni Moretti ha girato Bianca.