BALDUINA SI MOSTRA

La fotografia rende presente un evento passato (Barthes R.)

Perché una mostra fotografica sulla Balduina?
“Balduina si mostra” ha voluto raccontare attraverso un percorso fotografico l’evoluzione e il cambiamento avvenuti nel nostro quartiere dall’inizio dello scorso secolo fino ai giorni nostri.
Lo scatto e la fotografia sono il collante perfetto tra passato, presente e futuro, in senso transgenerazionale. Questa modalità espositiva permette di costruire un parallelismo dinamico tra la Balduina di ieri e la Balduina di oggi e, soprattutto, di valutare qual è stata l’evoluzione del quartiere dopo le imponenti trasformazioni degli anni 50-60. Abbiamo scelto di usare l’immagine come strumento di comunicazione elettivo, perché permette di trasmettere in modo immediato un’emozione che si annida in un paesaggio conosciuto, nostro, che richiama ricordi intimi, autenticamente propri, ma allo stesso tempo condivisi con il resto della comunità.
La mostra sulla storia della Balduina ha pertanto un’importante connotazione sociale e l’obiettivo non secondario di tendere verso l’aggregazione e favorire un maggior senso di vicinanza tra gli abitanti. “Balduina si mostra” è divenuto uno spazio dove incontrarsi, riconoscersi, permettendo di sentirsi parte di un tutto, in un luogo più vivo ed intimo.

Perché un libro sulla Balduina?
Il libro ha permesso una maggiore fruibilità e conservazione di ciò che siamo riusciti a reperire e ad esporre durante la mostra, ma non solo è stato un modo per arricchirla di dettagli e il mezzo per custodire le storie e gli aneddoti dei più che l’avevano visitata e fatta propria.
E allora cosa c’è di meglio che partire con la storia del quartiere? Scoprire che nonostante i suoi natali naturali e rurali sia stato ospite di nobili, intellettuali, grandi artisti, imperatori e luoghi strategicamente rilevanti?
Non andiamo oltre e non vogliamo darvi anticipazioni, perché seppur abbia la forma di un libro, in realtà è uno scrigno: il suo intento non è pontificare, ma donare. La scoperta, con la speranza, mai vana, di illuminare di valore una zona già storicamente permeata.